Stefano Cucchi, accordo tra la famiglia e l’ospedale Sandro Pertini sul risarcimento

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Ottobre 2013 15:27 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2013 16:35
Stefano Cucchi, l'ospedale Sandro Pertini risarcirà la famiglia

I genitori e la sorella di Stefano Cucchi (Foto Lapresse)

ROMA – Morte di Stefano Cucchi, l‘ospedale “Sandro Pertini” di Roma risarcirà la famiglia del geometra romano, che tra le mura di quella struttura venne ricoverato e morì quattro anni fa.

L’intesa è stata formalizzata dall’avvocato Fabio Anselmo per conto della famiglia Cucchi con i legali dell’ospedale romano. Grande riserbo sulle cifre in ballo, anche perché devono essere definiti gli ultimi dettagli.

Fatto sta che il risarcimento del danno porterà a una sorta di “contrazione” degli atti d’appello. Non ci sarà più la parte civile nei confronti dei medici (gli unici condannati, cinque su sei per omicidio colposo), mentre la famiglia Cucchi (padre, madre, sorella e nipoti) appellerà la parte della sentenza con la quale la III Corte d’assise di Roma assolse gli agenti della polizia penitenziaria.

Secondo l’accusa, Stefano Cucchi venne stato pestato nelle celle di sicurezza della Città giudiziaria di Roma, dove si trovava in attesa dell’udienza di convalida del suo arresto per droga. I medici del Pertini lo avrebbero abbandonato a se stesso. Per la Corte, si legge nella sentenza di primo grado, il giovane morì di malnutrizione