Torremaggiore, esplode fabbrica fuochi d’artificio: ferito Giuseppe Parente

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 maggio 2018 19:15 | Ultimo aggiornamento: 1 maggio 2018 19:19
Torremaggiore (Foggia), esplosione fabbrica fuochi d'artificio: ferito Giuseppe Parente

Torremaggiore, esplode fabbrica fuochi d’artificio: ferito Giuseppe Parente (foto d’archivio Ansa)

TORREMAGGIORE – Esplosione in fabbrica: un uomo è rimasto ferito, riportando ustioni al volto e agli arti, in seguito ad una esplosione che si è verificata nel locale laboratorio dell’azienda di fuochi d’artificio Nuova Arte Pirica, a Torremaggiore (Foggia), in località Fontana Nuova. La vittima, che non è in pericolo di vita, è il proprietario dell’azienda, Giuseppe Parente, di 61 anni.

La deflagrazione ha abbattuto completamente i muri perimetrali della struttura, lasciando esclusivamente intelaiatura e copertura in ferro del laboratorio. La vittima, cosciente, è stata trasportata presso l’Ospedale di San Giovanni Rotondo (Foggia). Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Torremaggiore, i vigili del fuoco e funzionari Spesal per gli accertamenti.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Solo qualche giorno fa, il 28 aprile, un’altra esplosione è avvenuta nel reparto polveriera della fabbrica di fuochi d’artificio dei fratelli Del Vicario, a San Severo, sempre in provincia di Foggia, e due persone rimasero ferite, una delle quali, il figlio del proprietario dell’azienda, in modo grave. L’azienda si trova in contrada Casone, in direzione di San Marco in Lamis, alle porte di San Severo (Foggia) ed è molto nota per le sue attività pirotecniche e la partecipazione a numerose feste.

Un’altra tragedia avvenne il 20 ottobre 2017 quando sempre a San Severo con modalità di fatto identiche – una violenta esplosione, poi fiamme alte – si verificò un incendio in un’altra fabbrica di fuochi d’artificio, la ‘Pirodaunia’: morì un operaio di 50 anni, Angelo Longo, che stava lavorando nell’azienda.

E, sempre in Puglia, il 24 luglio del 2015 un’esplosione fece saltare in aria la fabbrica di fuochi d’artificio ‘Bruscella’ a Modugno, in provincia di Bari, causando la morte di 10 persone che stavano lavorando nell’azienda.