Trentino, scalatore precipita per 50 metri e muore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Settembre 2015 14:43 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 15:45
Trentino, rocciatore precipita per 50 metri e muore

La Val di Ledro

TRENTO – Un rocciatore trentino di 21 anni, Luca Regolini, è morto precipitando sulla via “Regina dei Laghi”, all’imbocco della val di Ledro, in Trentino. L’incidente è avvenuto quando Regolini stava scendendo in corda doppia lungo la via di media difficoltà.

Regolini, vigile del fuoco volontario di Mori, era in compagnia di due compagni di cordata. Durante una sosta il giovane ha probabilmente commesso un errore nelle operazioni di assicurazione ed è precipitato per una cinquantina di metri.

I compagni di cordata hanno assistito alla scena. Sotto choc hanno subito chiamato i soccorsi, telefonando al 118. Sul posto è arrivato un elicottero con a bordo il medico e il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino. Al rocciatore sono state praticate le manovre di rianimazione, ma purtroppo le ferite sono risultate letali.