Treviglio: esplosione in una fabbrica di mangimi, 2 operai morti. Chiamati per un allarme

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 aprile 2018 19:45 | Ultimo aggiornamento: 1 aprile 2018 19:45
Treviglio (Bergamo): esplosione in una fabbrica di mangimi, due morti

Treviglio (Bergamo): esplosione in una fabbrica di mangimi, due morti

BERGAMO – Due operai sono morti domenica mattina a causa di una esplosione verificatasi in un’azienda di mangimi a Treviglio, in provincia di Bergamo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela gratis da Google Play.

Le vittime sono due lavoratori italiani; uno dei due si chiamava Giuseppe Legnani e abitava a casirate d’Adda, comune a pochi chilometri da Treviglio. L’altro morto è invece Giambattista Gatti, residente a Treviglio.

L’azienda dove si è verificata l’esplosione è la Ecb Company Srl, che produce farine animali.

Sembra che al momento dell’esplosione all’interno del reparto ci fossero tre operai. La produzione a quanto pare era stata fermata sabato e i tre lavoratori stavano eseguendo una riparazione a un serbatoio. Secondo quanto dichiarato dal sindaco di Treviglio Juri Imeri, giunto sul posto, i lavoratori sarebbero intervenuti questa mattina dopo un allarme lanciato da alcuni residenti vicini allo stabilimento. La prima ipotesi è che ci sia stata una saturazione anomala del contenitore, forse aperto in un momento sbagliato, ma non ci sono ancora certezze.