Truffa telefonica Wangiri imperversa. Meglio avere antivirus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2015 18:39 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2015 18:39
Truffa telefonica Wangiri imperversa. Meglio avere antivirus

Truffa telefonica Wangiri imperversa. Meglio avere antivirus

ROMA – La truffa Wangiri imperversa e per proteggersi è meglio dotare il proprio smartphone e tablet di un antivirus. Ma come funziona la Wangiri, anche nota come PingCall? Un numero dal prefisso straniero ti chiama e fa squillare il cellulare anche diverse volte al giorno. Quando richiami ti ritrovi con un costo addebitato di 1,5 euro per 10 secondi di telefonata.

Come proteggersi? La prima regola, per gli utenti, resta quella di fare attenzione ai numeri che non si conoscono e che hanno un prefisso straniero, come il +373 dalla Moldavia. Se ricevete chiamate brevi o squilli, non cedete all’istinto. Richiamando rischiate di ritrovarvi addebitati 1,5 euro ogni 10 secondi di non conversazione.

Ci sono poi molti gli antivirus a disposizione degli utenti che possono segnalare se il numero telefonico che sta chiamando è tra quelli a rischio. Uno di questi è CM Security, disponibile per smartphone e tablet Android, che avvisano in tempo reale se il numero telefonico che ci chiama è tra quelli segnalati per pubblicità aggressiva, che offrono dunque contratti ad operatori telefonici o per utenze domestiche.