Vaccino ai bambini, Locatelli: “Percentuali basse, non arriviamo al 35%. Colpa della disinformazione”

Pochi bambini si sono vaccinati. Locatelli spiega le ragioni di questa bassa percentuale: "Colpa di alcune voci...".

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Maggio 2022 - 19:56
Vaccino ai bambini, Locatelli: "Percentuali basse, non arriviamo al 35%. Colpa della disinformazione"

Vaccino ai bambini, Locatelli: “Percentuali basse, non arriviamo al 35%. Colpa della disinformazione” (foto Ansa)

Locatelli ha parlato delle vaccinazioni anti Covid nei bambini. Le sue dichiarazioni: “Vaccini in bambini non arrivano al 35%. Qualche voce tiepida o dissonante non ha aiutato la campagna vaccinale a decollare”.

Locatelli: “Pochi bambini vaccinati. Invece la performance è eccezionale nelle altre fasce d’età”

A fronte di un Paese “che si è distinto per una performance vaccinale straordinaria, più del 90% dei soggetti sopra i 12 anni hanno ricevuto il ciclo di vaccinazione primaria, il 93% degli eleggibili alla dose booster l’ha ricevuta, in pediatria le cose non sono andate esattamente nella direzione che avevamo auspicato”.

Lo evidenzia in una lectio magistralis al congresso di Pediatria a Sorrento il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli.

Poche vaccinazioni nei bambini, Locatelli: “Certe voci non ci hanno aiutato…”

“Siamo – specifica Locatelli – su percentuali di soggetti che hanno ricevuto il ciclo di vaccinazione primaria che non arriva al 35%.

Certo, qualche voce tiepida se non talora dissonante proveniente anche dal nostro mondo, va ammesso, non ha giovato alla promozione della campagna vaccinale nei bambini più piccoli”.