Venezia, corteo “no grandi navi”: manifestanti si tuffano in laguna, soccorsi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 settembre 2013 17:29 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2013 17:30
Venezia, corteo "no grandi navi"

Venezia, corteo “no grandi navi” (foto Ansa)

VENEZIA, 21 SET – Un’invasione di “grandi navi” che ha portato centinaia di manifestanti a protestare a Venezia contro il loro passaggio. Alcune decine di dimostranti che protestano contro il transito delle grandi navi a Venezia si sono gettati nel canale della Giudecca, tuffandosi dalla riva delle Zaffere e dalla parte opposta, per tentare di ostacolare il passaggio delle grandi navi. Nel centro del canale si sono subito portate alcune barche delle forze dell’ordine. che hanno soccorso i manifestanti.

Gli attivisti del comitato ”No grandi navi” hanno nuotato per alcune centinaia di metri e hanno formato una sorta di cerchio al centro del canale della Giudecca. Sono circondati da imbarcazioni di polizia e carabinieri, ma al momento non si sono registrati incidenti. Dal molo della Marittima, intanto, le navi crociera previste in partenza dopo le 16 sono ancora ferme in attesa.

Vicino ai dimostranti ancora in acqua, portati dalla corrente molto distante dalla riva delle Zattere, si trovano imbarcazioni di polizia, carabinieri e guardia di finanza; quest’ultima con l’appoggio di sommozzatori pronti a tuffarsi in caso di necessità.

Navi ancora ferme.  La dimostrazione dei ‘No grandi navi’ che si sono tuffati nel Canale della Giudecca ha determinato, di fatto, la sospensione temporanea delle partenze delle navi da crociera dalla Marittima, per motivi di sicurezza. Le navi risultano ancora ferme al molo. Il fatto, sottolineato anche dai portavoce dei manifestanti, ha scatenato urla e fischi di entusiasmo sulla riva delle Zattere, occupata da centinaia di persone.