Afghanistan. Via dal Paese 23 giornalisti e fotografi

Pubblicato il 14 Settembre 2015 15:40 | Ultimo aggiornamento: 14 Settembre 2015 15:40
Giornalisti in Afghanistan

Giornalisti in Afghanistan

AFGHANISTAN, KABUL – Almeno 23 giornalisti e fotografi hanno abbandonato l’Afghanistan a causa di gravi problemi di sicurezza e censura per trasferirsi per lo più in Europa. Lo ha reso noto lunedi a Kabul la ong NAI che tutela la democrazia per i media afghani.

In un comunicato la NAI ha precisato che i 23 professionisti lavoravano per diversi organi informativi e che hanno lasciato il Paese tutti insieme, in una iniziativa senza precedenti per l’Afghanistan.

Nel comunicato si precisa che “questi giornalisti hanno preso la loro decisione per varie ragioni, compresa l’insicurezza, la censura imposta sui media e per cercare di vivere una vita migliore”.

Successivamente la NAI ha aggiunto che i 23 professionisti, di cui non è stata resa nota l’identità, “sono stati spinti ad andarsene per il deterioramento della situazione della sicurezza, la mancanza di sicurezza nel lavoro, il futuro incerto, la violenza interna e la censura imposta sui media”.