Al Qaeda si fonde con l’Isis. Raid Usa a sud di Baghdad

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2014 15:43 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2014 16:13
Al Qaeda si fonde con l'Isis. Raid Usa a sud di Baghdad

Al Qaeda si fonde con l’Isis. Raid Usa a sud di Baghdad

ROMA – Al Qaeda si fonde con l’Isis. Tutto mentre gli Usa, alla guida della coalizione che l’Isis combatte, intensifica i raid e prende di mira la zona a sud di Baghdad.  Al “fronte anti Isis che si “compatta”, insomma, risponde al Qaeda. Lo fanno le branche maghrebine (Aqmi) e yemenita (Aqpa) che  hanno lanciato un appello agli jihadisti dello Stato islamico ad unirsi contro la coalizione anti-Isis.

In un comunicato i due gruppi della galassia di al Qaeda esortano i loro “fratelli mujaheddin in Iraq e nel Levante a unirsi contro la campagna dell’America e della sua coalizione diabolica”.

L’appello si riferisce alle divergenza tra l’Isis, che ha preso le distanze con al Qaida e proclamato un califfato in alcune regioni dell’Iraq e della Siria, e il fronte al Nusra, branca siriana di al Qaeda, rimasto fedele al leader dell’organizzazione terrorista, Ayman Al-Zawahri. “Fate del vostro rifiuto della miscredenza un fattore di unità”, aggiungono le due organizzazioni indirizzandosi ai vari gruppi jihadisti.

L’appello è indirizzato anche all’opposizione siriana moderata che cerca di rovesciare il presidente siriano Bashar al Assad, ed è sostenuta dagli Usa e dai loro alleati arabi. Aqmi e Aqpa invitano anche, nel loro comunicato “tutti quelli che hanno preso le armi contro il tiranno Bashar e le sue milizie a non essere ingannati dall’America e a non diventare loro pedine”.

Raid aerei Usa. Intanto alcuni caccia americani hanno condotto raid contro i jihadisti dell’Isis vicino a Baghdad, in quello che un funzionario della Difesa ha definito l’inizio di un intensificarsi delle azioni contro lo Stato islamico in Iraq.

I raid hanno colpito una postazione dell’Isis a sudovest della capitale, a Yusufiya, 25 chilometri a sud di Baghdad. Un altro raid è stato condotto vicino al monte Sinjar, nel nord ovest dell’Iraq.

I raid americani vicino Baghdad sono stati lanciati per difendere le forze irachene sotto attacco ed è la prima volta che vengono condotti vicino alla capitale da quando è iniziata la campagna militare americana contro l’Isis nel Paese, l’8 agosto scorso.