Australia, turiste arrestate con 95 kg di cocaina. Isabelle Lagace: “Sono colpevole”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 dicembre 2016 5:20 | Ultimo aggiornamento: 16 dicembre 2016 21:37
Australia, turiste arrestate con 95 kg di cocaina. Isabelle Lagace: "Sono colpevole"

Australia, turiste arrestate con 95 kg di cocaina. Isabelle Lagace: “Sono colpevole”

SYDNEY – Si dichiarerà colpevole la ex porno star canadese Isabelle Lagace, arrestata nel settembre scorso al porto di Sidney, in Australia, dopo essere sbarcata dalla nave da crociera Sea Princess con l’accusa di trasportare 95 kg di cocaina. Ora è accusata di traffico di sostanze stupefacenti per 31 milioni di dollari, circa 20 milioni di euro, e rischia l’ergastolo.

Isabelle Lagace è comparsa davanti alla Central Court di Sidney e l’avvocato difensore Louis Ialenti ha affermato che la giovane donna si dichiarerà colpevole. Lagace, originaria del Quebec in Canada, in precedenza ha lavorato come porno star e girato video er0tici. La donna è accusata di traffico di droga dopo che lo scorso settembre era stata sorpresa a bordo di una crociera di lusso sulla nave Sea Princess con una valigia che conteneva 95 kg di cocaina, scrive il Daily Mail.

Melina Roberge, 23 anni, l’amica con cui la Lagace viaggiava nella crociera di lusso, si è dichiarata non colpevole mentre un terzo imputato, Andre Famine, 63 anni, che fu trovato in possesso di 60 kg di cocaina, sarà processato il 3 febbraio prossimo. Nel corso dell’udienza i tre imputati erano seduti l’uno accanto all’altro: la Roberge indossava una maglia bianca, la Lagace una rossa, entrambe ascoltavano in silenzio e ogni tanto asciugavano gli occhi. Tamine, indossava un maglione verde, anche lui seduto accanto alle due ragazze, ma evitava di guardarle.

La scorsa settimana la Lagace tramite un collegamento video dal carcere femminile di Sidney, era comparsa davanti alla Central Court indossando la tuta verde scuro delle carcerate e nel corso dell’udienza è rimasta composta e ha pronunciato solo due parole, “sì” e “grazie”.

Lagace era in vacanza sulla MS Sea Princess, quando Stati Uniti e polizia australiana, coordinarono un’operazione per rintracciarla. Il comandante delle forze di confine australiane, Tim Fitzgerald, sostenne che quando la nave fu ormeggiata nel porto di Sidney, nella cabina della Lagace, furono rinvenuti 35 kg di cocaina nascosti in una valigia.

Per le autorità portuali di Sydney, si è trattato di di un sequestro record di ben 95 chili di droga, il più grande di stupefacenti mai avvenuto in Australia su un aereo o nave. Finiti, dunque, i bei tempi della crociera di lusso, dei selfie in bikini postati sugli account dei social media in cui la Lagace documentava il viaggio nei luoghi esotici e sorrideva felice. La polizia afferma negli Stati Uniti, era ritenuta come viaggiatrice ad alto rischio e sospettata di far parte di un cartello internazionale della droga.