Cronaca Mondo

Brasile, italiano Roberto Bardella ucciso nella favela di Santa Teresa

Brasile, italiano ucciso nella favela di Santa Teresa

Brasile, italiano ucciso nella favela di Santa Teresa

RIO DE JANEIRO – Un turista italiano è stato ucciso in una favela di Rio de Janeiro, in Brasile. L’uomo, Roberto Bardella, sembra fosse entrato per sbaglio nel Morro dos Prazeres, la “montagna dei piaceri”, una favela del quartiere di Santa Teresa, considerata pacificata e segnalata nelle guide turistiche come punto di osservazione privilegiato per la sua altitudine, a 275 metri di altezza.

L’uomo, che è stato colpito alla testa da un proiettile, stava percorrendo in moto la baraccopoli, considerata “pacificata” dalle forze dell’ordine, insieme a un altro italiano, Rino Polato.  I due sarebbero entrati senza volere in un’area ancora controllata dai trafficanti, che avrebbero iniziato a sparare loro contro.

Bardella è morto sul colpo, mentre Polato, inizialmente catturato dai banditi, sarebbe stato poi rilasciato e ritrovato dalle forze dell’ordine in evidente stato di shock.

Uomini del Battaglione per le operazioni speciali della polizia militare (Bope) stanno già compiendo un’operazione all’interno della favela alla ricerca dei criminali.

Si tratta del terzo caso di italiani uccisi in Brasile in meno di un mese. Nella notte tra il 17 e il 18 novembre la ragusana Pamela Canzonieri è stata trovata strangolata in casa a Morro de Sao Paulo, un piccolo paradiso nel sud di Bahia. Mentre il 5 dicembre Alberto Baroli, 51enne milanese ma residente a Parigi, è stato accoltellato da un gruppo di malviventi durante una rapina a Beberibe, nello Stato del Cearà.

To Top