Brasile/ Pugile italo-canadese Gatti strangolato, arrestata la moglie Amanda Rodrigues

Pubblicato il 12 Luglio 2009 19:47 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2009 21:32

La polizia brasiliana ha arrestato la moglie di Arturo Gatti poiché sospettata per la misteriosa morte dell’ex pugile italo-canadese, trovato senza vita ieri in una stanza d’albergo della località balneare di Porto de Galinhas. Amanda Rodrigues, 23 anni, è stata posta in stato di arresto domenica dopo essersi contraddetta durante il suo interrogatorio. Per la donna è pronta un’incriminazione.

La polizia dello stato di Pernambuco ha fatto sapere che Gatti, nato in Italia 37 anni fa ma cresciuto a Montreal, sarebbe stato strangolato con la cinghia di una borsetta trovata macchiata di sangue sulla scena del delitto. Il cadavere di Gatti presenta inoltre una lesione al cranio. Milena Saraiva, portavoce della polizia, ha chiarito che la Rodrigues sarà incriminata anche se le gli inquirenti non ritengono completate le indagini.

La Rodrigues si è detta estranea alla morte del marito, ex campione dei welter leggeri. Secondo la polizia la sospettata non è riuscita a spiegare come abbia potuto passare quasi dieci ore nella stanza d’albergo senza accorgersi che Gatti era senza vita.

Gli inquirenti stanno cercando di fare luce sul racconto di alcuni testimoni che venerdì sera hanno visto la coppia litigare al ritorno in albergo. Secondo alcune testimonianze Gatti era ubriaco. Acelino ’Popò’ Freitas, pugile brasiliano quattro volte campione del mondo, ha raccontato a Globo Tv che il suo amico Gatti e la moglie attraversavano un periodo di crisi ed erano prossimi ad una separazione. Il figlio della coppia, che ha un anno di età, nel frattempo è stato affidato alla sorella della Rodrigues.