Cina, Foxconn anti-suicidi chiede l’impegno scritto ai dipendenti

Pubblicato il 26 maggio 2010 12:49 | Ultimo aggiornamento: 26 maggio 2010 12:49

operaioMossa anti-suicidi di Foxconn che chiede l’impegno formale e scritto dei suoi dipendenti. Dopo i numerosi operai che si sono tolti la vita negli ultimi mesi, l’azienda partner di Apple cinese.

Il giornale Southern Metropolis Daily ha infatti pubblicato la foto di un uomo che mostrava una lettera, su carta intestata della Foxconn, che tutti i dipendenti avrebbero dovuto firmare. Nel testo la ditta chiede ai suoi dipendenti di non farsi del male e a denunciare ai propri superiori eventuali difficoltà o problemi.

La lettera infine prevede che gli impiegati autorizzino la società a sottoporre coloro che abbiano un “comportamento mentale anormale” a trattamenti medici. Negli ultimi cinque mesi, 11 impiegati della fabbrica di Shenzhen della Foxconn si sono gettati da altissimi edifici e nove sono morti. Degli 80.000 impiegati totali della Foxconn 42.000 lavorano nella fabbrica di Shenzhen.