“Coronavirus creato dall’uomo in laboratorio a Wuhan. Ho le prove”. Twitter sospende l’account della virologa cinese

di Caterina Galloni
Pubblicato il 18 Settembre 2020 6:16 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2020 8:30
Coronavirus creato in laboratorio

“Coronavirus creato dall’uomo in laboratorio a Wuhan. Ho le prove”. Twitter sospende l’account della virologa cinese

Twitter avrebbe sospeso l’account della virologa cinese Li-Meng Yan che in un’intervista a Fox News ha sostenuto che il COVID-19 sarebbe stato sviluppato in un laboratorio di Wuhan.

“Coronavirus creato in un laboratorio di Wuhan”. E Twitter le sospende l’account. A riportare la notizia è il Daily Mail.

Il tabloid britannico aggiunge che sul profilo appare un messaggio:

“Account sospeso. Twitter sospende gli account che violano le Regole di Twitter”.

“Coronavirus creato in laboratorio a Wuhan”. Twitter sospende l’account

Il social non ha commentato la sospensione dell’account di Yan. Non è chiaro se un tweet specifico di Yan abbia violato la politica di Twitter.

In un’intervista con Tucker Carlson di Fox News, Yan martedì scorso aveva affermato di aver sospeso l’account era poiché “non vogliono che la gente sappia la verità”.

Yan, che è un ex ricercatore dell’Università di Hong Kong, ha detto che COVID-19 era stato “creato dall’uomo”. “Ho le prove per dimostrare cosa hanno fatto, come (l’hanno fatto)”, ha detto a Fox News.

“Anche il mondo scientifico tace … lavora insieme al Partito Comunista Cinese, non vogliono che la gente conosca la verità. È per questo che mi hanno sospesa, eliminata, sono l’obiettivo che il Partito Comunista Cinese vuole far scomparire”.

Il rapporto a sostegno della tesi

Yan nei giorni scorsi ha pubblicato un rapporto sull’origine del Covid-19 sostenendo che non fa che confermare la sua teoria secondo cui la Cina ha creato il virus in laboratorio.

Ma il rapporto non è finito su una rivista scientifica né sottoposto a revisione accademica, per cui gli scienziati lo ritengono “infondato” e a cui “non può essere attribuita alcuna credibilità”.

Il testo è finito sul sito Zenodo. Lo studio prodotto dalla Rule of Law Society e dalla Rule of Law Foundation, organizzazioni sorelle che l’ex stratega di Trump Steve Bannon ha fondato con il controverso miliardario cinese, che si definisce attivista dissidente, Guo Wengui. Yan, che afferma di essere fuggita negli Stati Uniti ad aprile, sostiene che stava lavorando alla Hong Kong School of Public Health – un laboratorio di riferimento per l’Organizzazione mondiale della sanità – ma a dicembre l’hanno licenziata dopo aver tentato di avvertire le persone sulla trasmissione da uomo a uomo del virus.

Il laboratorio ha negato che Yan abbia mai “condotto alcuna ricerca sulla trasmissione da uomo a uomo”. E ha affermato che le sue affermazioni non hanno “basi scientifiche”. Nel rapporto, Yan afferma che il virus si è avuto unendo il materiale genetico di due coronavirus di pipistrello.

Afferma che la proteina spike è stata modificata per rendere più facile l’attaccamento del virus alle cellule umane. Altri documenti di ricerca hanno già determinato l’origine del virus dai pipistrelli, il che ha portato i massimi esperti a respingere l’ipotesi che il virus sia stato creato in laboratorio. (Fonte: Daily Mail)