Ebola, in Sierra Leone per 4 giorni non si potrà uscire di casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 settembre 2014 10:15 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2014 10:15
Ebola, in Sierra Leone per 4 giorni non si potrà uscire di casa

Ebola, in Sierra Leone per 4 giorni non si potrà uscire di casa

ROMA – In Sierra Leone,  per impedire il diffondersi dell’Ebola, il governo ha varato una quarantena di quattro giorni,  dal 18 al 21 settembre.

Una decisione per consentire agli operatori sanitari di identificare e isolare nuovi casi evitando che la malattia si diffonda ulteriormente, come ha riferito Ibrahim Ben Kargbo, consigliere presidenziale della task force anti-Ebola in Sierra Leone. “È necessario un approccio aggressivo per affrontare la diffusione di Ebola una volta per tutte”, ha aggiunto.

Medici senza Frontiere ha fatto sapere che “sarà molto difficile per gli operatori sanitari identificare con precisione i casi attraverso lo screening porta a porta”. E aggiunge che anche se i casi più sospetti saranno identificati durante la quarantena la Sierra leone non ha abbastanza posti letto per ospitarli. Finora, più di 3.500 persone sono state infettate dall’Ebola in Africa occidentale, con quasi 2.100 morti registrate in Sierra Leone, Liberia, Guinea e Nigeria dal mese di marzo, secondo i dati delle Nazioni Unite. Ma a partire da venerdì, la Sierra Leone ha registrato 491 morti. Inoltre, più di 20 operatori sanitari sono morti nel paese  dall’inizio dell’epidemia.

“E’ giusto dire che alcune persone sono immuni – spiega Robert Garry, esperto di febbri emorragiche della Tulane University che lavora in Sierra Leone- ma attualmente non sappiamo se si tratti dell’1-2% della popolazione o anche del 20%”.