Guantanamo: chiesti 15 anni per il cuoco di Bin Laden

Pubblicato il 11 agosto 2010 23:33 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2010 23:33

Sia l’accusa che la difesa hanno chiesto una condanna tra i 12 e i 15 anni per Ibrahim al-Qosi, 50 anni, l’ex cuoco di Osama bin Laden incarcerato a Guantanamo, che ha riconosciuto di avere appoggiato il terrorismo islamico in cambio di una riduzione di pena.

La condanna di al-Qosi, a Guantanamo da oltre otto anni e mezzo, sarà la prima a essere pronunciata da quando il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha ammorbidito le regole dei tribunali militari della base americana a Cuba. L’uomo ha chiesto la garanzia di poter essere incarcerato nel Camp 4 di Guantanamo, quello dal regime più blando dedicato ai carcerati che collaborano, in cambio dell’ammissione della sua colpevolezza.

Ma le regole in vigore nelle carceri militari prevedono l’isolamento dopo la condanna: il tribunale ha dato 60 giorni al Pentagono per trovare una soluzione. Sempre a Guantanamo si è aperto in questi giorni il primo processo completo dell’era Obama: quello contro il canadese Omar Khadr, l’ex soldato bambino accusato di avere ucciso un militare Usa in Afghanistan.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other