Guatemala/ Avvocato ucciso aveva lasciato video: “Il mandante del mio omicidio è il Presidente Colom”

Pubblicato il 12 Maggio 2009 - 20:02| Aggiornato il 13 Maggio 2009 OLTRE 6 MESI FA

«Se state guardando questo video vuole dire che io sono già morto e che il mandante del mio omicidio è il presidente Alvaro Colom». Con queste parole l’avvocato Rodrigo Rosenberg, 48 anni, ucciso mentre faceva jogging domenica scorsa, inizia un filmato diffuso prima via radio nel suo paese, il Guatemala, e poi su Youtube.

La storia inizia con l’assassinio di Khalid Musa, un imprenditore guatemalteco ucciso da alcuni killer insieme alla figlia il 14 marzo scorso e del quale Rosenberg era l’avvocato. Nel video Rosenberg spiega che Musa è stato assassinato perché si rifiutava di nascondere gli affari illegali del “Banrural”, una banca a capitale misto, nella quale era entrato a far parte della direzione. Gli stessi affari illegali che avrebbero poi portato alla sua morte.

Secondo Rosenberg, che prima dell’agguato afferma di essere stato minacciato da un segretario del presidente, dietro agli illeciti nella conduzione della banca c’erano il presidente, sua moglie Sandra Torres, ed alcuni loro collaboratori. «Sono un covo di ladroni – sostiene ancora Rosenberg – ed usano la banca per finanziarsi illegalmente».