Honduras: l’ imprenditore italiano Massimo Cassinera è stato ucciso insieme alla moglie cubana

Pubblicato il 27 Novembre 2010 20:27 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2010 20:32

Un imprenditore italiano di 49 anni, Massimo Cassinera, e la moglie cubana sono stati assassinati a colpi di arma da fuoco a La Ceiba, in Honduras. Lo scrive la stampa locale. L’omicidio e’ avvenuto il 22 novembre scorso, ma solo oggi se ne e’ avuta notizia. Cassinera e la moglie Jessica Padron Perez sono morti crivellati di pallottole. Cassinera viveva in Honduras dal 2008.

La polizia dell’Honduras sta indagando in tutte le direzione ma al momento ”non ha elementi concreti” sull’omicidio. Lo scrive l’ispettore Oscar Ardon in un intervista al quotidiano El Heraldo. ”Quando abbiamo comunicato la notizia ai familiari, hanno pensato che si trattasse di uno scambio di persona, che li abbiano uccisi per errore”, ha aggiunto l’ispettore.

Secondo le prime ricostruzioni, una (o forse due) auto si e’ affiancata al suv e gli occupanti hanno sparato in tutto 48 colpi con una mitraglietta. L’italiano e la moglie sarebbero morti sul colpo, ha fatto sapere la polizia. Non e’ chiaro di dove fosse originario Cassinera: secondo un giornale e’ originario di Torino, secondo un altro di Napoli. El Tiempo ha pubblicato foto raccapriccianti dei due corpi crivellati di colpi distesi sul selciato accanto al suv Nissan della vittima. Cassinera era titolare di una concessionaria di moto a La Ceiba, chiamata ‘Tropical Motor”.