Il Pentagono: “Missile di Teheran potrebbe colpire gli Usa entro il 2015”

Pubblicato il 20 Aprile 2010 17:48 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2010 18:23

Entro il 2015 l’Iran potrebbe costruire un missile a lungo raggio e colpire gli Stati Uniti. Ad affermarlo è il Pentagono in un rapporto sulla situazione Teheran-Washington.

Con sufficiente assistenza dall’estero, la Repubblica islamica potrebbe mettere a punto un missile balistico intercontinentale (ICBM). Lo studio degli esperti Usa stima che le forze dell’esercito iraniano possano contare su 220 mila unità che vanno sommate ai 130 mila membri della Guardia Rivoluzionaria. L’Iran disporrebbe inoltre di oltre 1800 carri armati.

Una precedente stima degli esperti del Pentagono, diffusa nel maggio 2009, prevedeva che Teheran non fosse in grado di possedere le conoscenze tecniche per completare un missile a lungo raggio prima del 2020.