Louis Farrakhan: “Ebrei come termiti”. Bufera sul leader musulmano. Ma Twitter non rimuove il video

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 ottobre 2018 7:00 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 23:19
Louis Farrajhan: "Ebrei come termiti". Bufera sul leader musulmano. Ma Twitter non rimuove il video

Louis Farrajhan: “Ebrei come termiti”. Bufera sul leader musulmano. Ma Twitter non rimuove il video

SAN FRANCISCO – Facebook ha rimosso un video del leader religioso musulmano Louis Farrakhan in cui paragona gli ebrei alle termiti, ma su Twitter il filmato è ancora presente e ha scatenato molte polemiche.

Il controverso leader della Nation of Islam, 85 anni, ha espresso il commento sugli ebrei in un video girato a Detroit nel corso di evento per il 23° anniversario della Million Man March, la marcia su Washington del 1995 di un milione di afroamericani. 

“Quando parlano di Farrakhan mi definiscono un hater, un antisemita. Smettetela. Sono anti-termiti. Non odio le persone per la loro religione”.  In una dichiarazione a The Wrap, Facebook ha definito i commenti “Livello 1 di incitamento all’odio” e ha rimosso il video condiviso da 960.000 persone. 

Il filmato è però presente ancora su Twitter, un portavoce della società ha dichiarato a Buzzfeed News che la nuova politica su commenti “disumani” non è ancora entrata in vigore, scrive il Daily Mail. 

A chi era indignato per il suo paragone degli ebrei agli insetti, Farrakhan ha risposto: “I membri della comunità ebraica non mi piacciono, grazie per aver permesso al mio nome di fare il giro del mondo a causa della paura di ciò che rappresentiamo, ovunque andrò, avranno sentito parlare di Farrakhan. Grazie mille. Non sono arrabbiato con te, perché sei molto stupido”.

Il rabbino Shmuley Boteach ha risposto con un tweet: “Definendo termiti gli ebrei Louis Farrakhan è come se stesse lanciando una potenziale richiesta di genocidio. I nazisti si riferivano regolarmente agli ebrei come scarafaggi e parassiti che dovevano essere sterminati. Invito i leader afroamericani come @CoryBooker a condannare immediatamente questo attacco vile e disgustoso”.