Messico: 24 tonnellate di marijuana in un tunnel al confine con la California

Pubblicato il 3 Novembre 2010 23:21 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2010 23:42

Soldati messicani hanno scoperto oggi un tunnel di circa 400 metri, che attraversava la frontiera tra la città di Tijuana in Messico e lo Stato di California in Usa, all’interno del quale sono state trovate 24 tonnellate di marijuana. Lo ha reso noto la segreteria per la difesa nazionale, precisando che la scoperta è stata possibile grazie ad una soffiata.

Quasi 5 tonnellate sono state trovate nella zona messicana e le altre in quella statunitense. Il quotidiano El Universal informa che l’entrata al ‘narcotunnel’ era costituita da un buco di non più di due metri quadrati e che la galleria, dotata di illuminazione e ventilazione, cominciava a sei metri sottoterra e poteva essere percorsa solo in ginocchio.

Per ora non è stato fatto nessun arresto. E’ stato questo il terzo ritrovamento di ingenti quantità di marijuana nel giro di un paio di settimane.

Il 19 ottobre, nello stato di Tepic, sono state confiscate 134 tonnellate di tale stupefacente per un valore al mercato di 450 milioni di dollari che, secondo El Universal, sarebbero appartenute al cartello di Sinaloa, guidato da Joaquin ‘El Chapo’ Guzman, il narcotrafficante più ricercato del Paese.

Lo scorso 1 novembre, invece, altre 13 tonnellate di marijuana sono state trovate a bordo di due camion, che si trovavano all’interno di un edificio di Tijuana.

[gmap]