Migranti, barcone con 50 a bordo si capovolge al largo della Libia. L’allarme Unhcr

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2019 18:36 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2019 21:18
Migranti, barcone con 50 a bordo si capovolge al largo della Libia. L'allarme Unhcr

Un barcone si capovolge nel Mediterraneo – Foto archivio Ansa

ROMA – Un barcone con oltre 50 persone a bordo si è ribaltato a largo delle coste della Libia. A dare l’allarme via Twitter è l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati, Unhcr. “I soccorritori sono in arrivo, Unhrc e i partners sono pronti a dare assistenza umanitaria e medica dopo lo sbarco”, si legge ancora nel tweet.

“Le persone a bordo dicono che stanno imbarcando acqua e che varie persone, inclusi bambini sono andate fuoribordo. Temiamo che ci siano delle fatalità. Cos’altro deve succedere affinché le autorità si prendano responsabilità per la situazione?”, scrive Alarm Phone su Twitter.

Sul luogo del naufragio è intervenuta la Guardia costiera libica, che è ancora impegnata nell’operazione di salvataggio, ma non si hanno notizie sulle persone recuperate. Si rischia una nuova strage nel Mediterraneo centrale.

A segnalare, ore prima, l’imbarcazione era stata proprio Alarm Phone: “Siamo stati contatti da una barca in pericolo con circa 56 persone a bordo, partita dalla Libia giorni fa. Abbiamo informato le autorità in Libia, Italia e Malta ma nessuno ha lanciato un soccorso. I naufraghi temono di morire e chiedono aiuto! Abbiamo perso contatto con la barca alle 22.22. Tutte le autorità sono state allertate di continuo ma non reagiscono, e per quanto ne sappiamo non hanno mandato alcun soccorso”.

“Non sappiamo se le 56 persone possano sopravvivere un’altra notte in mare. Non lasciatele annegare! Durante la notte non siamo riusciti a parlare con le 56 persone in pericolo. La cosiddetta guardia costiera libica e le autorità Europee stanno ignorando le nostre richieste di salvataggio. Questa è omissione di soccorso”, scriveva ancora.

Altro naufragio in Marocco. Sette migranti marocchini, sei uomini e una donna, sono stati trovati morti oggi al largo di Ain Harouda, a nord-est di Casablanca, dopo che il loro gommone si è capovolto. Lo hanno reso noto le autorità locali. Altri tre migranti sono stati portati in ospedale, e le operazioni di ricerca continuano.

Fonte: Ansa