Miliardario australiano costruirà in Cina una copia identica del Titanic

Pubblicato il 28 Febbraio 2013 19:23 | Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2013 19:23

Il Titanic originale

NEW YORK, STATI UNITI – Torna in vita il Titanic, una replica perfetta dello storico e sfortunato transatlantico ed e’ ”made in China”. Il miliardario australiano Clive Palmer si appresta a iniziare la costruzione di una nuova versione del transatlantico affondato nell’oceano nella notte del 15 aprile 1912.

Il Titanic II dovrebbe salpare nel 2016: Palmer ha presentato i progetti all’Intrepid Sea, Air and Space di New York, spiegando che la costruzione dovrebbe iniziare a breve in Cina, e raccontando che gia’ 40.000 persone si sono dette interessate ad acquistare i biglietti per il viaggio inaugurale.

Ancora non ci sono dettagli sul prezzo, ma secondo alcune indiscrezioni comparse sui media statunitensi c’e’ chi avrebbe offerto fino a un milione di dollari per salire a bordo. La rotta sara’ identica a quella del 1912, da Southampton, in Inghilterra, sino a New York. Il Titanic originale pero’, nella Grande Mela non ci arrivo’ mai: dopo un tremendo impatto con un iceberg affondo’ nell’oceano Atlantico e solo 700 delle 2.200 persone a bordo sopravvissero al disastro marittimo piu’ famoso della storia.

La nuova nave sara’ una riproduzione del primo Titanic: ai passeggeri saranno forniti abiti e biancheria in stile inizio Novecento, e anche il menu’ sara’ il medesimo, cosi’ come la divisione in cabine in prima, seconda e terza classe. La volonta’ del magnate del carbone di realizzare una copia identica della nave, all’epoca considerata la piu’ lussuosa del mondo, non impedira’ ai costruttori di dotarla di moderni confort, come l’aria condizionata.

Ma nelle stanze non ci saranno televisori, per non rovinare l’atmosfera. L’imbarcazione sara’ dotata di motori diesel, anche se verranno costruite quattro ciminiere decorative simili a quelle alimentate a carbone. E soprattutto ci saranno sistemi di sicurezza all’avanguardia e scialuppe di salvataggio per tutti i 2.600 passeggeri e 900 membri dell’equipaggio.

Alla cerimonia di presentazione dei progetti ha partecipato anche Helen Benziger, pronipote di Margaret ‘Molly’ Brown, una delle persone sopravvissute dal naufragio. Alcuni osservatori hanno gia’ criticato il progetto, sottolineando che visto l’epilogo del Titanic l’idea di una perfetta replica della nave e’ assolutamente irrispettosa. Le polemiche non sembrano tuttavia interessare Palmer, da sempre estremamente affascinato dalla storia del Titanic, motivo per cui – ha raccontato durante la presentazione a New York – ha deciso di offrire ai passeggeri un’esperienza che rappresenti un vero tuffo nel passato. .

ANSA) – NEW YORK, 27 FEB – I newyorkesi sono pronti per un sindaco donna: lo rivela un sondaggio di Quinnipiac University, secondo il quale il 27 per cento degli intervistati si e’ detto ”entusiasta” all’idea di avere di un primo cittadino di sesso femminile, mentre il 64 per cento ha dichiarato che si sentirebbe ”a suo agio”.

Pochi mesi fa era stato proprio l’attuale sindaco, Michael Bloomberg, a proporre una donna come suo successore: l’ex segretario di Stato Hillary Clinton. L’ex First Lady ha tuttavia declinato la proposta, dichiarandosi non interessata. L’unica candidata di sesso femminile in corsa per prendere il posto di Bloomberg alla guida della Grande Mela attualmente e’ Christine Quinn, presidente del consiglio comunale della citta’