Minatori intrappolati in Cile, ecco le tappe dell’incidente-dramma

Pubblicato il 9 Ottobre 2010 15:17 | Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre 2010 18:55

Ora che la trivella li ha raggiunti e saranno presto liberi, ecco le date principali della vicenda dei 33 uomini intrappolati da oltre due mesi nella miniera di oro e rame a San Jose’, nell’estremo nord del Cile.

– 5 agosto: un crollo chiude l’accesso della miniera, dove ad una profondità di 700 metri rimangono bloccati 33 minatori, tutti cileni tranne un boliviano.

– 8 agosto: iniziano i lavori di perforazione per cercare di localizzare il punto dove si trovavano i minatori.

– 12 agosto: il ministro delle risorse minerarie, Laurence Golborne, afferma che le possibilità di trovare i minatori con vita sono poche.

– 19 agosto: una delle sonde giunge a 726 metri di profondità ma non riesce a trovare il luogo dove sono i minatori. Proseguono le perforazioni di altre otto sonde.

– 22 agosto: è il giorno del miracolo. All’alba una sonda giunta a quota -688 trasmette dei rumori che fanno pensare ai minatori. Poco dopo la sonda riporta un pezzo di carta scritta da uno di loro: ”Stiamo tutti bene nel rifugio, i 33”.

– 23 agosto: si lavora a un condotto nel quale inviare ai minatori alimenti, medicine e altro per la loro sopravvivenza.

– 26 agosto: i ‘mineros’ fanno sapere che stanno tutti bene, ma le autorità precisano: tempi lunghi per tirarli fuori.

– 31 agosto: al lavoro la prima perforatrice che scava per cercare di raggiungere il gruppo. Una seconda trivella entra in azione il 5 settembre e la terza il 19 settembre. – 1 settembre: Primo pasto caldo e solido per il gruppo: hamburger, riso e yogurt.

– 18 settembre: Tutto il Cile si stringe attorno ai minatori, in occasione della festa per il bicentenario dell’indipendenza dalla Spagna.

– 22 settembre: sono pronte le tre capsule che verranno mandate in profondità per riportare, uno ad uno, i 33 in superficie.

– 27 settembre: familiari di 27 minatori chiedono un risarcimento alla societa’ proprietaria del giacimento: un milione di dollari a testa.

– 1 ottobre: le autorità anticipano i tempi previsti per il salvataggio. Si passa dai primi di novembre alla seconda metà di ottobre.

– 4 ottobre: il presidente Sebastian Pinera si dice fiducioso che i 33 minatori possano essere riportati in superficie prima della meta’ di ottobre. – 5 ottobre: per il capo dei soccorsi potrebbero forse essere messi in salvo nel fine settimana.

– 6 ottobre: le trivelle superano i 500 metri di profondità ma la velocità di perforazione rallenta per la presenza di roccia dura. – 7 ottobre: i tecnici annunciano che i minatori saranno raggiunto probabilmente il 9, in anticipo sulle previsioni iniziali.

– 9 ottobre: la trivella raggiunge i minatori.