Cronaca Mondo

Morti in 13, avvelenati da bevande tossiche al pranzo della festa islamica in Punjab

contandino-punjab

Morti in 13, avvelenati da bevande tossiche al pranzo della festa islamica. Foto di contadino in Punjab.

Sono morti in 13 per avere bevuto una bibita tossica. Fatale venerdì sera per una famiglia musulmana in Punjab (Pakistan).

La tragedia si è compiuta venerdì sera nel villaggio di Daulatpur, nella provincia del Muzaffargarh, in Punjab.

Non si è ancora capito cosa abbiano bevuto. Trattandosi di musulmani, si deve escludere che si tratti di vino o altra bevanda alcolica. Probabilmente si tratta di acqua o soft drinks.

La famiglia, molto numerosa, era riunita per il pranzo del venerdì, giorno di festa nel mondo islamico.

L’effetto del veleno è stato devastante e immediato. I vicini sono accorsi appena dalla casa è stato lanciato l’allarme. Con mezzi di fortuna gli intossicati sono stati portati all’ospedale. Dei ricoverati, 11 sono morti poco dopo, venerdì sera, altri 2 sono morti sabato.

Altri membri della famiglia, non si sa quanti, sono ancora riicoverati in ospedale. Secondo i medici sono fuori pericolo.

La regione del Punjab, popolosa e povera, è divisa fra Pakistan e India. Il Punjab pakistano è grande due terzi dell’Italia ma ci vivono più di 90 milioni di persone, in prevalenza contadini. La maggior parte degli emigranti pakistani in Europa viene da qui.

La cronaca ha registrato alcuni mesi fa un altro caso di intossicazione alimentare. In giugno, tre sorelle sono morte a Sialkot, città industriale al confine con l’India, dove si producono palloni di ogni tipo.   Le tre sorelle avevano mangiato cibi tossici, probabilmente piatti tipici del periodo del Ramadan, la Quaresima islamica, che erano andati a male.

 

 

 

To Top