Nuova Zelanda, la quarantena dura “elimina” il virus. 5 milioni di abitanti, 50 multe

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Aprile 2020 14:04 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2020 14:22
Nuova Zelanda, la quarantena dura "elimina" il virus. 5 milioni di abitanti, 50 multe

La premier della Nuova Zelanda Jacinda Ardern (Ansa)

ROMA –  Oggi è il quarto giorno consecutivo in cui la Nuova Zelanda ha registrato un calo dei contagi da Coronavirus: 29 nelle ultime 24 ore e la conferma che il modello fin qui seguito, “eliminazione” e non contenimento del virus, sta funzionando.

La premier Jacinda Ardern, salutata come la vera artefice di questo successo, invita a non mollare la presa: il blocco, severo, sarà anticipato di 5 giorni, fino al 20 aprile però tutti a casa.

“Abbiamo costruito in modo silenzioso e collettivo un muro di difesa nazionale. State spezzando la catena della trasmissione. Ma rimuovere le restrizioni ora significherebbe tornare al punto di partenza”.

In totale i malati di covid-19 nel paese sono 1.239, un solo caso di decesso. Quindici giorni di quarantena severa. Dal 25 marzo chiusi tutti i locali, gli asili e le scuole, stop granitico ai servizi non essenziali, test e tracciamento dei contatti dei malati. Per il Washington Pos, le misure della giovane premier Arden è stata la più efficace a livello mondiale. Grazie a lei, ferma e decisa ma anche, come dire, umana, simpatica. 

Comunicando direttamente con il popolo neozelandese lo ha convinto con gentilezza a fidarsi del governo e seguire le prescrizioni. Ha parlato direttamente ai bambini, ingaggiando per l’occasione anche la fatina dei denti (Tooth Fairy) e il coniglietto pasquale (Easter Bunny”):  anche loro svolgono servizi essenziali, possono circolare ma con discrezione. 

E del resto, la più giovane premier neozelandese di sempre, due anni fa si presentò con un programma laburista per un governo “attivo, concentrato, forte ed empatico”.

I neozelandesi hanno capito: sono 5 milioni di abitanti, le multe sono state meno di una cinquantina (meglio non farlo il paragone con l’Italia) in due settimane. Ardern ringrazia sorridendo e sorridendo può ordinare: a Pasqua la quarantena continua come prima. (fonte internazionale.it)