Petroliera in fiamme per un missile, Iran sospetta terrorismo da Arabia Saudita

di alberto francavilla
Pubblicato il 11 Ottobre 2019 11:26 | Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre 2019 21:00
Petroliera in fiamme, l'Iran denuncia i terroristi: "Colpiti da un missile". Sos petrolio nel Mar Rosso

Petroliera in fiamme nella foto d’archivio Ansa

ROMA – Petroliera in fiamme, petrolio nel Mar Rosso, la paura che si tratti di terrorismo. Nel golfo al largo della costa dell’Arabia Saudita una petroliera iraniana è in fiamme al largo della costa dell’Arabia Saudita dopo essere stata colpita. Lo riferiscono l’agenzia di stato ed altri media iraniani. Non solo, dall’Iran fanno sapere che temono sia stato un attacco terroristico. Ok, terrorismo, ma chi attacca l’Iran? Chi sono i suoi nemici? Tutti i sospetti portano all’Arabia Saudita, rivale storica nell’estrazione del petrolio.

La petroliera e l’ipotesi terrorismo.

La nave iraniana, che appartiene alla compagnia petrolifera nazionale, si trova a 120 chilometri al largo di Gedda. Secondo l’agenzia statale Isna, l’incendio è stato provocato da un’esplosione. “Si tratta di un attacco terroristico”, riferiscono fonti anonime all’agenzia. Al momento non è chiaro quale sia l’entità del danno, l’Isna parla di una perdita di petrolio nel Mar Rosso.

Petroliera colpita da un missile.

La petroliera iraniana in fiamme al largo della costa dell’Arabia Saudita è stata colpita da un missile. Lo sostiene la compagnia petrolifera nazionale dell’Iran. Lo scafo della Sabiti è stato colpito da due esplosioni distinte, “probabilmente causate da missili”, precisa la compagnia petrolifera nazionale iraniana in un comunicato.

Tutto l’equipaggio è illeso.

Tutto l’equipaggio a bordo della petroliera iraniana colpita al largo della costa saudita “è illeso e la nave è stabile”. Lo riferisce in un comunicato la compagnia petrolifera nazionale iraniana precisando che, contrariamente alle notizie diffuse in precedenza, “non c’è nessun incendio a bordo”.

Densa colonna di fumo vista da Gedda.

Una densa colonna di fumo si leva dal Mar Rosso al largo della costa saudita, dove la petroliera iraniana è in fiamme in seguito a quello che fonti iraniane definiscono un “atto terroristico”. Lo riferiscono fonti e testimoni oculari citati stamani da media sauditi. Sui social network relativi al porto saudita di Gedda, appaiono foto dell’imbarcazione iraniana in fiamme.

I sospetti sull’Arabia Saudita.

La televisione satellitare araba Al-Jazeera parla di fuoriuscita di greggio nel Mar Rosso, e nel contempo ha aggiunto che l’Arabia Saudita non ha ancora diffuso notizie sull’attacco. Diverso invece quanto sostenuto dalla NIOC, la compagnia petrolifera nazionale dell’Iran la National Iranian Oil Company, secondo cui la nave sarebbe stata sventrata da due missili. 

(Fonti Ansa e Agi).