Pittsburgh, entra in sinagoga e spara sulla folla: 11 morti. Poi si arrende e urla: “Ebrei devono morire” FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 ottobre 2018 18:00 | Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2018 0:55
Pittsburgh, terrore in sinagoga: c'è un uomo armato 11 morti

Pittsburgh, terrore in sinagoga: c’è un uomo armato. 11 morti

PITTSBURGH – Terrore a Pittsburgh, in Pennsylvania, dove un uomo armato ha fatto irruzione in una sinagoga e ha sparato sulla folla. L’uomo, bianco di 46 anni, è stato infine fermato dagli agenti.

Secondo quanto riportato dai media americani, l’uomo è entrato nel tempio The Tree of Life e ha aperto il fuoco sulla folla: 11 i morti e diversi feriti.

L’uomo armato avrebbe sparato anche contro gli agenti di polizia accorsi sul posto. Dopo essersi barricato al terzo piano dell’edificio si è infine arreso ed è stato preso in custodia dai poliziotti. Al momento si sa solo che è un uomo bianco di corporatura robusta, con la barba, che indossava un paio di jeans e un giacchetto verde. Il sospettato sarebbe anch’egli ferito. Stando a quanto riportato da un’inviata della radio Kdka, al momento dell’arresto l’uomo ha urlato: “Tutti questi ebrei devono morire“. 

Il quartiere è stato chiuso e gli abitanti sono stati invitati a restare in casa, chiudendo porte e finestre. In lock down anche la vicina Università Carnegie Mellon. Intanto l’allarme si estende anche alla città di New York, dove le forze di polizia stanno rafforzando le misure di sicurezza nelle sinagoga della città.