Roger Avary: il Pulp del carcere in un tweet

Pubblicato il 27 Novembre 2009 18:25 | Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2009 18:26

THE RULES OF ATTRACTION PREMIEREDalla cella dove è rinchiuso, Roger Avary, sceneggiatore di “Pulp Ficton” scrive le sue esperienze che sono giù diventate un cult per gli internauti.

È detenuto in un carcere californiano per aver provocato un incidente stradale in stato di ebbrezza e le sue memorie dal penitenziario, in perfetto stile pulp, ha fatto nascere un vero e proprio fenomeno: su Twitter i suoi post sono sempre più letti e il numero di ammiratori cresce a dismisura.

Negli ultimi giorni i contatti sono schizzati tra i 13 e i 15 mila, a quanto pare proprio perché i testi di Avary  stanno prendendo la forma di una sorta di sceneggiatura.  L’uomo deve scontare un anno di detenzione e chissà che non possa uscire da questa esperienza un altro successo degno del film di Quentin Tarantino. La condanna risale al settembre scorso e nell’incidente, avvenuto a Los Angeles, perse la vita anche l’ingegnere modenese Andreas Zini, di 34 anni.

Il dubbio sull’autenticità dei tweet resta: in molti si chiedono se sia davvero lui a scrivere sul sito di microblogging e se soprattutto il carcere di Ventura County glielo permetta. Le sue pillole di cella in 140 caratteri sono linkate sul sito ufficiale www.avary.com e lo scrittore Neil Gaiman, che è suo amico, lo ha già ripreso in un post.

I messaggi portano quasi tutti l’orario compreso tra  le 8 del mattino e le 5 del pomeriggio: in quei momenti Avary ha l’accesso al web. Sempre che sia lui.