Siria: è morto Deso Dogg, il rapper tedesco soldato dell’Isis, ucciso in battaglia dai curdi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 gennaio 2018 8:50 | Ultimo aggiornamento: 19 gennaio 2018 8:50
siria-deso-dogg

Siria: è morto Deso Dogg, il rapper tedesco soldato dell’Isis, ucciso in battaglia dai curdi

ROMA – Siria: è morto Deso Dogg, il rapper tedesco soldato dell’Isis, ucciso in battaglia dai curdi. Deso Dogg, nome d’arte dell’ex rapper berlinese Denis Cuspert, nome di battaglia Abu Talha al-Almani, divenuto una delle figure di primo piano dell’Isis, è stato ucciso in Siria. Dato più volte per morto, stavolta c’è la fotografia che testimonia l’avvenuto decesso: colpito mortalmente alla testa, è stato ucciso in uno scontro con i curdi nella provincia di Deir ez-Zour.

Prima di abbracciare la causa islamista, Deso Dogg aveva trovato nella musica rap una valvola di sfogo a un’infanzia difficile: figlio di madre tedesca e padre ghanese, era stato adottato da un militare americano di stanza in Germania che lo ha sottoposto a una disciplina durissima. Quindi collegi e internamenti in strutture per ragazzi problematici. Una volta convertitosi all’Islam, subito dopo si è unito prima ad Al Qaeda, poi all’Isis.

Le foto diffuse dall’Isis sembrano però confermare la sua morte in battaglia nella cittadina di Gharanji, nella provincia orientale di Deir Ez-Zour, dove resistono ancora alcune sacche dello Stato islamico. I curdi delle Forze democratiche siriane, appoggiate dagli americani, stanno cercando di conquistare gli ultimi villaggi sulla sponda orientale dell’Eufrate, ma gli islamisti oppongono una feroce resistenza: la maggior parte sarebbero foreign fighters europei e maghrebini. Gharanji è già passata di mano quattro volte in un mese. (Giordano Stabile, La Stampa)