Strage San Bernardino: killer legato a rete jihadista in Usa

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Dicembre 2015 22:43 | Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2015 22:43
Strage San Bernardino: killer legato a rete jihadista in Usa

Syed Farouk e sua moglie Tashfeen Malik al loro ingresso negli Usa

LOS ANGELES – Syed Farook, l’uomo che insieme alla moglie, Tashfeen Malik, ha compiuto la strage al centro disabili di San Bernardino, in California, avrebbe avuto legami con un gruppo di jihadisti arrestati in California nel 2012 mentre tentavano di partire per l’Afghanistan per unirsi ad al Qaeda. E’ quanto sostenuto dall’Fbi e riportato dalla stampa americana.

In particolare, gli inquirenti puntano l’attenzione a uno dei 4 uomini arrestati nel blitz del 2012: Sohiel Kabir, condannato a 25 anni di reclusione. Kabir era un reclutatore che ha aiutato gli altri a radicalizzarsi, dice l’Fbi.

All’epoca, gli uomini sospettati del gruppo jihadista erano cinque, ma il quinto non fu mai stato arrestato, né identificato. Farook, sostiene l’Fbi, faceva parte del circolo di Kabir, ma non fu mai indagato. Il network smantellato dalla polizia federale era basato a Riverside, non molto distante da San Bernardino.