Terremoto in Turchia: scossa di magnitudo 6,8 vicino ad Elazig. Vittime e centinaia di feriti

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Gennaio 2020 20:07 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2020 0:29
Terremoto in Turchia: scossa di magnitudo 6,7 vicino ad Elazig. Ci sono vittime

Terremoto in Turchia: scossa di magnitudo 6,7 vicino ad Elazig. Ci sono vittime (Foto Ansa)

ANKARA  –  Terremoto in Turchia venerdì 24 gennaio. Una forte scossa di magnitudo 6,8 della scala Richter è stata registrata nel distretto di Sivrice, nella provincia di Elazig, a circa 10 chilometri di profondità, verso le 20:55 ora locale, le 18:55 in Italia, secondo l’Agenzia governativa delle situazioni di calamità. Almeno diciotto le vittime, mentre i feriti sarebbero centinaia. Molti i crolli di edifici. 

Il presidente Recep Tayyip Erdogan ha detto che sono state prese tutte le misure per aiutare le persone sul luogo del terremoto: “Siamo al fianco del nostro popolo”, ha scritto Erdogan su twitter, nei suoi primi commenti sul terremoto, che ha causato un diffuso timore.

Nei distretti dove si è registrato l’epicentro della scossa di terremoto “ci sono diversi edifici distrutti, ma non ci sono vittime”, ha detto il ministro dell’Interno di Ankara, Suleyman Soylu. Nel distretto di Sivrice, epicentro del sisma, “ci sono 4-5 edifici distrutti”, mentre “nel centro di Elazig ci sono 10 edifici seriamente danneggiati. Diversi edifici sono danneggiati o distrutti anche nel distretto di Poturge”, nella vicina provincia di Malatya, ha aggiunto Soylu.

“Era molto spaventoso, i mobili ci sono caduti addosso. Ci siamo precipitati fuori”, ha raccontato un testimone, Melahat Can, che vive nel capoluogo di provincia di Elazig. “Passeremo i prossimi giorni in una fattoria fuori città”, ha detto. La televisione turca ha mostrato immagini di persone bloccate in appartamenti che si precipitavano fuori in preda al panico, così come un incendio sul tetto di un edificio.

La Turchia si trova su grandi linee di faglia ed è soggetta a frequenti terremoti. Dopo il terremoto di venerdì sono state registrate 30 scosse di assestamento, di cui una di magnitudo 6,5. Oltre 400 squadre di soccorso sono state inviate nella regione. Le principali società di comunicazione turche hanno annunciato che forniranno internet ai residenti nella zona colpita dal terremoto e che le telefonate saranno gratuite.

L’USGS ha detto che il terremoto ha colpito vicino alla faglia dell’Anatolia orientale in un’area che non ha documentato grandi rotture da un terremoto nel 1875. Nel 1999, un devastante terremoto di magnitudo 7,4 colpì Izmit nella Turchia occidentale, e fece più di 17.000 morti, di cui circa 1.000 nella più grande città del Paese, Istanbul. Nel settembre dello scorso anno, un terremoto di magnitudo 5,7 ha scosso Istanbul, causando la fuga dei residenti dagli edifici della capitale economica. Gli esperti hanno avvertito che un grande terremoto avrebbe potuto devastare la città di 15 milioni di persone, perché troppi edifici sono stati costruiti senza criteri antisismici. (Fonti: Ansa, Agi)