Uccide figlio down di 17 mesi e lo dice. Lo ha fatto per…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Settembre 2015 20:31 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2015 20:32
Uccide figlio down e si dichiara colpevole. Secondo lei...

Uccide figlio down e si dichiara colpevole. Secondo lei…

BELLE CHASSE, LOUISIANA – Ha ucciso il figlio, una creatura di soli 17 mesi, perché era afflitto da sindrome di down. Non solo, ha detto di averlo fatto per lui, come un “atto di misericordia”. Lei si chiama Erika Wigstrom, ha 22 anni, e la sua storia ha sconvolto i mezzi di informazione americani.

Lucas Ruiz, meno di un anno e mezzo di età, è stato ucciso con un disinfettante per le mani iniettato nel tubo che lo alimentava. E lei si è candidamente dichiarata colpevole in tribunale. Ed è stata condannata a 40 anni.

L’incredibile e truculento episodio è avvenuto a Belle Chasse, in Louisiana, negli Stati Uniti. Lucas aveva anche un’altra patologia congenita, che gli provocava problemi al cuore.