Uccidono il figlio di 5 anni perché aveva “sporcato le mutandine”. Cadavere seppellito e avvolto in un telo di plastica

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 11 Febbraio 2020 10:53 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2020 10:53
Uccidono il figlio di 5 anni perché "aveva sporcato le mutandine". Cadavere seppellito e avvolto in un telo di plastica

Uccidono il figlio di 5 anni perché “aveva sporcato le mutandine”. Cadavere seppellito e avvolto in un telo di plastica

WASHINGTON – Un bambino di cinque anni è stato trovato morto in una fossa poco profonda a Woodstock, nell’Illinois (Usa), dopo essere stato ucciso dai genitori. Secondo le analisi il piccolo, AJ Freund, sarebbe stato sottoposto a una serie di violenze e torture per mesi prima della morte. Pochi mesi prima della terribile morte, era stato portato in ospedale e i dottori avevano riscontrato i segni delle percosse, ma il bimbo provò a giustificare la mamma dicendo che forse non lo aveva fatto di proposito: “Forse la mamma non voleva farmi del male” le sue parole. 

Dal racconto sulle pagine del Chicago Tribune, la mamma e il papà del bimbo, Joann Cunningham, 36 anni, e Andrew Freund, 60, avrebbero ucciso il figlio solo perché aveva “sporcato le mutandine”. Lo hanno ammazzato di botte e poi hanno cercato di nascondere il cadavere in un bosco a Woodstock, cittadina vicino a Cristal Lake, dove vivevano. La coppia aveva inizialmente denunciato la scomparsa del figlio. La madre, dopo l’interrogatorio, ha confessato l’omicidio. Ora la coppia rischia dai 20 ai 60 anni di carcere. Il verdetto arriverà a fine marzo.

Il padre del bambino, secondo quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, aveva chiamato la polizia il 18 aprile del 2019 per denunciare la scomparsa del figlio, dicendo che lui e la moglie avevano visto il bambino per l’ultima volta la sera prima, dopo averlo messo a letto. La mattina seguente, non trovandolo più, avevano controllato “armadi, cantina, garage, ovunque in casa”.

Una settimana dopo, il 24 aprile, la Polizia ha ritrovato il corpo del bimbo. Il cadavere era avvolto in un telo di plastica e seppellito in un bosco a pochi chilometri da casa. Gli investigatori hanno fin da subito escluso la possibilità di un rapimento. La Polizia è arrivata al luogo dove era stato nascosto il cadavere del bimbo grazie alla testimonianza dei genitori che, interrogati poco prima, avevano ammesso l’omicidio. (fonte CHICAGO TRIBUNE)