Usa, in fiamme il Roosevelt National Forest in Colorado

Pubblicato il 19 Maggio 2012 16:47 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2012 17:03

NEW YORK – Una semplice scintilla per scatenare l'inferno, un incendio enorme. E' accaduto nella parte settentrionale del Colorado, dove James Weber, 56 anni, che lavora all'Università del Colorado, lo scorso lunedì ha fatto partire involontariamente una scintilla da un fornello da campo mentre faceva un picnic nella Roosevelt National Forest.

L'uomo ha inizialmente cercato di spegnere le fiamme, ma poi se l'è data a gambe quando ha visto che ormai il fuoco si stava propagando fuori controllo. Ed è riuscito ad allertare i soccorsi solo dopo qualche tempo, perché nella zona non c'è copertura per i telefoni cellulari.

Ci sono voluti cinque giorni per domare la furia del fuoco, alimentato dal clima secco e dal caldo. Circa 500 pompieri hanno tentato di circoscrivere il rogo ma le fiamme si sono ben presto propagate su una superficie di oltre 30 kmq, costringendo un'ottantina di residenti ad abbandonare le loro abitazioni.

L'incendio in Colorado è solo l'ultimo di una serie che di recente ha mandato in fumo centinaia di ettari di terreno tra gli stati dell'Arizona, California, Nevada, New Mexico e Utah.

Il corpo forestale per ora ha solo mandato una citazione al responsabile del rogo per aver acceso un fuoco senza permesso. Rischia una multa di 300 dollari. Le autorità hanno tuttavia intenzione di chiedere anche un risarcimento per l'incendio.