Usa, dopo Soros pacchi bomba inviati a Clinton e Obama. Ordigno anche nella sede della Cnn a New York

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 ottobre 2018 17:32 | Ultimo aggiornamento: 24 ottobre 2018 19:23
usa pacchi bomba clinton obama

Pacchi bomba inviati a Hillary Clinton e Barack Obama

WASHINGTON – I servizi segreti degli Stati Uniti hanno intercettato e disinnescato pacchi bomba inviati alle case di Bill e Hillary Clinton nello stato di New York, alla casa di Barack Obama a Washington e agli uffici della CNN, a New York.  Mentre è stata smentita la notizia di un pacco bomba inviato anche alla Casa Bianca. Gli stessi servizi segreti hanno diffuso un comunicato dove dicono che dietro ai pacchi bomba c’è la stessa mano. Nessuno di questi pacchi è arrivato a destinazione tranne quello del Time Warner Center.

Il Time Warner Center di New York, nel cuore di Manhattan a Columbus Circle, è stato evacuato nel pomeriggio. L’allarme bomba è andato in diretta tv, con la sirena che ha cominciato a suonare nello studio dove gli anchorman stavano raccontando degli ordigni rinvenuti negli uffici di Clinton e Obama. 

Il pacco bomba era indirizzato all’ex capo della Cia, John Brennan, spesso ospite come commentatore negli studi della CNN e sempre molto critico con le politiche di Donald Trump.

A Brennan, che ha prestato servizio nell’amministrazione Obama, erano stati revocati questa estate i nulla osta di sicurezza da parte del presidente Donald Trump. Una vicenda che suscitò un mare di polemiche con oltre 170 ex alti funzionari dell’amministrazione Usa che in una lettera rimproverarono a Trump la decisione.

Ieri, martedì 23 ottobre, era stata trovata una bomba nella cassetta delle lettere di una delle case del miliardario George Soros, sempre nello stato di New York.