Caffè perfetto con la moka: 6 trucchi da seguire

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Dicembre 2015 9:59 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2015 9:59
Caffè perfetto con la moka: 6 trucchi da seguire

Caffè perfetto con la moka: 6 trucchi da seguire

ROMA – Se volete bere un buon caffè fatto con la moka dovete seguire 6 trucchi fondamentali. Scegliere un buon caffè non è sufficiente infatti, servono anche il barattolo adatto, l’acqua, la giusta fiamma, ma soprattutto una moka e una tazzina adeguate.

Bere il caffè deve essere un piacere e allora ecco che Isabella Fantigrossi sul Corriere della Sera spiega quali sono i trucchi da seguire, dalla scelta del caffè al modo in cui conservarlo, all’acqua e quanta usarne e anche la tazzina, per esaltarne il gusto:

“1. Il barattolo

Dove è meglio conservare il caffè? C’è chi dice nella dispensa insieme allo zucchero e chi nel frigorifero. Quest’ultima, dicono gli esperti, è la scelta migliore, in modo da preservare al meglio la polvere. L’importante è assicurarsi che il barattolo sia ben chiuso e, se possibile, tirarlo fuori almeno cinque minuti prima di preparare la caffettiera

2. L’acqua

Quanta acqua nel serbatoio? Il livello non deve superare la valvola: questo è il giusto rapporto acqua/caffè. L’acqua, inoltre, deve essere fredda e, se quella del rubinetto ha un sapore che non piace, meglio utilizzare quella minerale

3. Il caffè

Dopo aver versato il caffè nella moka, non pressate con il cucchiaino: è sufficiente riempire il filtro fino all’orlo. La caffettiera, poi, va avvitata con cura e messa sul fornello a fuoco basso

4. Il camino

Prestate attenzione al momento in cui il primo rigagnolo di caffè comincia a uscire dal camino. A questo punto la fiamma deve essere abbassata al minimo. E appena prima che la moka sia piena spegnete o, ancora meglio, spostatela dal fornello caldo: in questo modo l’ultima parte di caffè non uscirà bruciacchiato, finendo per guastare il sapore dell’intera caffettiera

5. La tazzina

Prima di versare il caffè nelle tazzine, è bene mescolarlo con un cucchiaino. In questo modo la parte più diluita uscita per ultima si mescolerà a quella più intensa uscita per prima

6. La moka

Ormai è risaputo. La caffettiera non deve essere lavata con il detersivo. Vero. Lo è altrettanto, però, che la si debba in qualche modo pulire. Dopo ogni utilizzo, è bene sciacquarla e farla asciugare con cura. Periodicamente, invece, è necessaria una pulizia più accurata: il filtro deve essere ripulito con uno spazzolino o uno spillo in modo da liberare i fori dai rimasugli di caffè mentre la caffettiera deve essere passata delicatamente con una spugnetta priva di detersivo”.