Le Borse respirano: Wall Street positiva trascina i listini europei

Pubblicato il 10 Agosto 2011 0:42 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2011 0:42

MILANO – Giornata positiva per le Borse mondiali: Wall Street ha chiuso con un risultato positivo, e sulla scia i listini europei hanno tenuto botta sui mercati finanziari.

La giornata è stata comunque altalenante a New York: dopo una serie di alti e bassi (dovuti in parte anche ai messaggi della Federal Reserve, che ha annunciato che non alzerà i tassi fino al 2013) l’indice Dow Jones ha chiuso oltre il 4%.

Altalena anche nelle Borse europee: Francoforte ha accusato un nuovo segno negativo dopo nove sedute consecutive di forti ribassi, nelle quali ha perso quasi il 20% del suo valore.

Gli operatori hanno guardato soprattutto all’avvio di Wall Street, in progressivo recupero, ma soprattutto hanno cercato di anticipare i segnali del Federal open market committee (Fomc) della Federal Reserve per interventi di rilancio dell’economia statunitense.

In questo clima, dopo sette sedute consecutive in forte ribasso, le Borse europee hanno tirato il fiato, con discreti aumenti per Londra, Parigi e Amsterdam. Stoccolma in particolare ha chiuso in crescita di oltre tre punti percentuali mentre ha tenuto Zurigo, che per lunga parte della seduta si era mossa in forte ribasso.

A parte Francoforte, leggero calo solo per Madrid, mentre tra i listini ‘minori’ debole ha chiuso Lisbona, in leggero rialzo Atene, forte Dublino, cresciuta di oltre due punti percentuali. In una giornata comunque ancora molto nervosa, specie in avvio di contrattazioni, sono stati i titoli piu’ penalizzati dallo scivolone della vigilia a trainare il rimbalzo: automobilistici, materie prime, costruzioni, industriali e hi tech, con le banche che si sono mosse in direzioni diverse.

In calo i gruppi delle utilities e delle telecomunicazioni. E proprio nelle Tlc la Borsa di Milano, che ha chiuso in crescita di mezzo punto percentuale, ha accusato il calo piu’ pesante: quello di Telecom Italia, che ha ceduto quasi due punti percentuali dopo aver segnato ribassi anche molto maggiori.

Il rialzo piu’ evidente e’ stato messo a segno dalla Banca popolare di Milano, in aumento di oltre il 7%. Positivo comunque tutto il settore del credito, mentre gli automobilistici (Fiat +3%, Pirelli 2%) hanno recuperato solo in parte le perdite del giorno precedente.

Ma il dato piu’ rilevante per Piazza Affari e’ che si trova in clima tutt’altro che agostano, con scambi molto superiori alla norma: il controvalore delle trattative e’ stato di 4,6 miliardi di euro venerdi’ scorso, 4 miliardi lunedi’, 4,4 miliardi nell’ultima seduta.