Federalismo, bozza: quote Iva assegnate alle Regioni in base ai consumi

Pubblicato il 6 Ottobre 2010 22:01 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2010 22:07

La quota di Iva che sarà attribuita in ”compartecipazione” alle Regioni sarà calcolata in base ad un principio di territorialità che tiene conto del luogo nel quale è stato effettuato il consumo o l’acquisto dei beni o la prestazione dei servizi. E’ questo uno dei principi cardine della bozza del decreto del federalismo regionale.

Rispetto alle precedenti bozze, questo testo non indica più espressamente una riduzione al 25% della quota di compartecipazione che attualmente è al 44,7%. L’attribuzione ”territoriale” in base ai consumi scatterà dal 2013 mentre dal 2014 l’aliquota di compartecipazione potrà essere modificata con l’avvio di un percorso graduale che servirà a creare il fondo di perequazione tra regioni, cioé la solidarietà tra le regioni povere e quelle più ricche.