Dl Lavoro governo Letta: assunzioni per under 30, disoccupati, max terza media

Pubblicato il 26 Giugno 2013 13:28 | Ultimo aggiornamento: 26 Giugno 2013 13:38
Dl Lavoro governo Letta: assunzioni, contratti, Aspi. Tutte le misure

Dl Lavoro governo Letta: assunzioni, contratti, Aspi. Tutte le misure

ROMA – Dl Lavoro governo Letta: sgravi assunzioni per under 30, disoccupati, max terza media. Tutte le misure. “Per il pacchetto lavoro – spiega il presidente del Consiglio Enrico Letta nella conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri – sono stati stanziati nel complesso 1,5 miliardi tra fondi europei e risorse nazionali”. 200 mila giovani in un anno e mezzo è l’obiettivo fissato che, in particolare è mirato al recupero dell’occupazione al Sud, ma non solo. Il testo del dl lavoro prevede un incentivo per i datori fino a un massimo di 650 euro mensili per ogni lavoratore assunto a tempo indeterminato. L’incentivo è istituito in via sperimentale ed è destinato ai giovani di età compresa fra i 18 e i 29 anni.

Gli sgravi contributivi per le nuove assunzioni potranno essere concessi solo nel caso che il nuovo assunto abbia tra i 18 e i 29 anni, sia privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, sia privo di un diploma di scuola media superiore o professionale e viva solo con una o più persone a carico.Vediamo nel dettaglio tutte le misure intraprese dal governo.

Incentivi assunzioni. Prevista la decontribuzione, da spalmare in 18 mesi, per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani nel Mezzogiorno tra i 18 e i 29 anni, con un tetto all’incentivo mensile di 650 euro per lavoratore. In caso di stabilizzazione a tempo indeterminato il bonus vale un anno, a patto, in entrambi i casi, che il numero degli occupati complessivo aumenti.

Contratti a termine. La manutenzione della Riforma Fornero prevede tempi meno lunghi di intervallo tra un contratto e l’altro che tornerebbero a 10 e 20 giorni (a seconda della durata del primo contratto), dopo che la legge Fornero li aveva allungati a 30 e 60 giorni. E’ prevista anche una stretta ulteriore sulle cosiddette dimissioni in bianco anche tra i co.co.pro.

Aggravio dello 0,1% contratti Expo 2015. Ai nuovi contratti a tempo determinato collegati a Expo 2015 si applica un contributo di scopo aggiuntivo (rispetto all’1,4%) pari a 0,1 punti percentuali. Il maggior gettito va al Fondo per l’occupazione ed è destinato alla Youth Guarantee.

Tirocinio: alternanza studio/lavoro. Agli studenti universitari iscritti nel 2013-2014 sarà consentito svolgere un tirocinio curriculare retribuito (200 euro). Previsto pure l’incremento di 5 milioni di euro del Fondo destinato agli Its.

Aspi. L’imprenditore che assume un disoccupato soggetto a sussidio Aspi potrà contare su un contributo mensile pari al 50% dell’ammortizzatore a patto che il contratto stipulato sia “a tempo pieno e indeterminato”.

Servizi per l’impiego. L’impegno è quello di favorire l’incontro tra domanda e offerta e la riforma dei servizi per l’impiego che hanno mancato l’obiettivo. Varata una “struttura di missione” per attuare la “Garanzia per i giovani”. Una misura sperimentale, in attesa del riordino dei servizi per l’impiego, con una sinergia più stretta con le agenzie per il lavoro.