Facebook compra WhatsApp. Zuckerberg tira fuori 19 mld $ per ringiovanire

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2014 23:51 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2014 10:52
Facebook compra WhatsApp. Zuckerberg tira fuori 19 miliardi di dollari

Facebook compra WhatsApp. Zuckerberg tira fuori 19 miliardi di dollari

NEW YORK – Facebook compra WhatsApp. Il social network di Mark Zuckerberg ha acquistato l‘app di messaggi per smartphone per 19 miliardi di dollari (14 miliardi di euro) in contanti e azioni. A darne notizia è stato Facebook. Un mucchio di soldi per un social che fa pagare meno di un dollaro all’anno di abbonamento e che non produce profitti attraverso inserzioni pubblicitarie: un’operazione di puro ringiovanimento (i dieci anni di Facebook sono un secolo nell’era del digitale) per assicurarsi la fedeltà di più di un miliardo di teen-ager che l’hanno eletto social di riferimento.

WhatsApp, fondata nel 2009, consente agli utenti di inviare messaggi gratis su internet, bypassando le compagnie telefoniche.

Facebook, in base all’accordo raggiunto, acquisterà le azioni e le opzioni WhatsApp con 183,9 milioni di azioni Facebook, valutate 12 miliardi di dollari.

A questi si aggiungono 4 miliardi di dollari in contanti e 3 miliardi di dollari di azioni vincolate per i fondatori e i 55 dipendenti  (compresi 32 ingegneri) di WhatsApp.

In base all’accordo raggiunto WhatsApp continuerà a operare in modo indipendente e manterrà il proprio marchio, in quella che è una scelta analoga a quella che Facebook ha compiuto quando ha rilevato Instagram per 715,3 milioni di dollari. Il co-fondatore e amministratore delegato della società, Jan Koum, entrerà invece nel consiglio di amministrazione di Facebook.

Con 450 milioni di utenti al mese, raddoppiati negli ultimi nove mesi e il 70% die quali usa la app ogni giorno, WhatsApp batte anche Twitter, fermo a 240 milioni di utenti.

Zuckerkberg, che fra tre mesi compirà 3o anni, ha spiegato:

“WhatsApp presto arriverà a connettere un miliardo di persone. I servizi che hanno già superato quella soglia hanno un valore immenso. Conosco Jan da molto tempo e sono molto felice di poter lavorare con lui e con il suo team per rendere il mondo più aperto e connesso”.