Ferrari 335s, comprata per 1.000 dollari, è stata rivenduta a 21 milioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 febbraio 2014 13:50 | Ultimo aggiornamento: 24 febbraio 2014 13:51
Ferrari 335S, rilevata per 1.000 dollari, rivenduta a 21 milioni

Una Ferrari 335S

NEW YORK – Comprare una Ferrari per mille dollari e rivenderla a 21 milioni. Una compravendita lunga, iniziata nel 1958, come ha ricostruito il New York Times, quando Enzo Ferrari, per finanziare le gare della scuderia di Modena, decide di vendere negli Stati Uniti la 335S.

Il mercato americano era l’unica chance per l’auto, con un  motore 4,1 litri V12 non ammesso nelle competizioni internazionali e troppo complesso per il mercato italiano.

La Ferrari venne venduta tramite Luigi Chinetti, distributore del cavallino negli Stati Uniti ad Alan Connel, un ricco texano appassionato di corse, che però nel 1959 deve rimandarla in Italia per dei problemi al motore. Dopo 70mila dollari di riparazioni l’auto torna negli Usa, ma Connel la abbandona in un magazzino. Lì resta fino a quando un rivenditore di auto, Gordon Tatum, la trova e decide di portarsela a casa pagando solo mille dollari di spese di deposito. 

La Ferrari passa poi ad un ricco uomo d’affari inglese e ad un altrettanto ricco giapponese, per arrivare a Bruce McCaw, appassionato di auto, e poi all’esposizione del Cavallino Classi Show di Palm Beach. Qui il miliardario austriaco Andreas Mohringer la vede, la vuole e la compra. Per 21,5 milioni di dollari.