Lotteria scontrini, a gennaio si parte: tre premi mensili (fino a 50mila euro), estrazione finale da un milione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Ottobre 2019 11:16 | Ultimo aggiornamento: 7 Ottobre 2019 12:26
Lotteria scontrini, si inizia a gennaio 2020

Scontrino fiscale: da gennaio vale come biglietto della lotteria

ROMA – Per perseguire la lotta all’evasione fiscale tramite incentivo all’uso di pagamenti alternativi al contante, il governo punta molto sulla lotteria degli scontrini, che dovrebbe entrare in vigore a partire dal primo gennaio 2020, legge di bilancio permettendo. Possono partecipare tutti i consumatori per ogni acquisto (non meno di un euro di spesa) che effettuano: alla fine di ogni mese, poi, ci sarà un’estrazione con tre premi. A cui si aggiunge un’estrazione annuale più ricca.

La lotteria dei corrispettivi era stata programmata con la legge di Bilancio 2017, varata cioè dal governo guidato da Paolo Gentiloni prima di subire il rinvio di un paio di anni. Funzionerà così: ogni dieci centesimi spesi e inseriti nel registratore di cassa (o meglio ancora dal Pos) varranno un ticket, con “giocata” minima da un euro (quindi se il caffè costa 90 centesimi bisognerà aggiungere un cornetto). 

Ogni dieci centesimi di spesa verrà erogato un biglietto. Ma chi paga con carta o bancomat ha probabilità di vincita doppie, perché i biglietti erogati vengono raddoppiati. Per esempio, chi paga un euro in moneta ha dieci biglietti, chi lo fa con la carta ne ha 20. 

Ogni mese i premi saranno tre: il primo da 50mila euro, il secondo da 30mila e il terzo da 10mila. Una volta l’anno il premio finale: vengono reinseriti nel bussolotto virtuale tutti i biglietti emessi mese per mese e si può vincere un milione di euro. (fonte fanpage.it)