Mps, Unicredit pretende troppo, salta trattativa: ora il Governo dovrà rinegoziare l’aiuto di Stato con Bruxelles

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Ottobre 2021 16:40 | Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2021 16:40
mps unicredit

Mps, Unicredit, salta trattativa (Ansa)

Mps, Unicredit pretende troppo, salta trattativa. Il governo italiano e UniCredit si stanno preparando ad annullare i negoziati su Mps dopo che gli sforzi per raggiungere un accordo sul piano di ricapitalizzazione sono falliti.

Mps, Unicredit pretende troppo, salta trattativa

E’ quanto scrive Reuters sul suo sito. Secondo quanto riporta l’agenzia citando 2 fonti, Roma ha deciso che non sarà in grado di soddisfare le richieste di Unicredit per un pacchetto di ricapitalizzazione del valore di oltre 7 miliardi di euro.

Questo renderebbe l’accordo “troppo punitivo” per i contribuenti. Ad incidere, inoltre, l’impossibilità di raggiungere un accordo basato sulle condizioni fissate a luglio.

A questo punto in difficoltà è il governo Draghi che vede allontanarsi il piano per accogliere le richieste dei regolatori europei di riprivatizzare l’istituto secondo la scadenza fissata entro la metà del 2022.

Significa anche che Roma dovrà approntare nuove difficili negoziazioni con Bruxelles. Dovrà ottenere l’autorizzazione a mettere dentro la banca 2,5 mld di euro che servono all’adeguamento patrimoniale per contenere le perdite attese.