Obama: “Se banche restituiscono aiuti non ci sarà un tetto ai bonus”

Pubblicato il 24 Febbraio 2010 20:37 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2010 20:46

«Molti americani, me incluso, non sono oltraggiati da ragionevoli compensi per un lavoro ben fatto. Quello che offende sono i maxi-bonus presso le società che hanno recentemente avuto bisogno di massicci aiuti pubblici. Una volta che» i fondi pubblici «sono stati interamente ripagati, non ritengo che sia appropriato per il governo fissare i livelli dei compensi».

Lo ha detto il presidente americano Barack Obama, sottolineando che «devono essere gli azionisti» a potersi esprimere sui pacchetti compensi dei top manager. Obama ritiene che «i compensi debbano essere basati sulle performance di lungo termine e questo è particolarmente importante nell’industria finanziaria, dove gli sconsiderati rischi assunti per i profitti di breve termine hanno aiutato a dare vita a una crisi che ha messo in ginocchio l’economia mondiale».