Reddito di cittadinanza anche se hai casa, pure la seconda (se vale poco)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 ottobre 2018 14:40 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 14:40
Reddito di cittadinanza anche se hai casa, pure la seconda (se vale poco) (foto Ansa)

Reddito di cittadinanza anche se hai casa, pure la seconda (se vale poco) (foto Ansa)

ROMA – Il reddito di cittadinanza andrà anche a chi ha una seconda casa (per un valore massimo di 30mila euro).

Il reddito di cittadinanza, e questo era stato spiegato da Luigi Di Maio, andrà anche a chi possiede una abitazione. Una prima casa. “Se hai un appartamento e chiedi il reddito di cittadinanza, dai 780 euro ti viene stornato il cosiddetto affitto imputato, quindi dai 780 euro dei redditi zero arrivi a circa 400 euro” spiegò Di Maio. Per affitto imputato si intende quanto costerebbe l’affitto della casa di proprietà.

E ora, come spiega il Sole 24 Ore, c’è un’ulteriore novità: per il reddito di cittadinanza sarà considerato anche un capitale immobiliare fino al valore massimo di 30mila euro (terreno, box, seconda casa). Quindi il reddito di cittadinanza potrà andare anche a chi possiede una seconda casa. Fino a un valore massimo di 30mila euro.

Quando partirà? Di Maio vorrebbe far partire il reddito di cittadinanza già a marzo. Ma i tempi sono considerati troppo stretti dagli assessori regionali al Lavoro.

I requisiti. Per richiedere il reddito di cittadinanza bisogna risiedere n Italia da almeno 5 anni ed avere un reddito inferiore ai 9.360 euro annui (per un single).

Il meccanismo interverrà ad integrazione rispetto ad altre forme di reddito, fino a raggiungere la soglia mensile massima dei 780 euro (per una single). L’importo potrà salire in base ai componenti del nucleo familiare (per esempio 1.170 euro per una coppia con due figli). 

Chi usufruirà del reddito di cittadinanza dovrà svolgere lavori di pubblica utilità per il proprio comune per 8 ore alla settimana. E alla terza offerta di lavoro rifiutata non si potrà più avere. Le offerte di lavoro, almeno questa è l’ipotesi, dovranno essere nel raggio di 50 chilometri dalla residenza. Ottanta se si prende il reddito da più di dodici mesi.