Terremoto Emilia, via libera ai fondi Ue per la ricostruzione: 670 milioni

Pubblicato il 11 Dicembre 2012 19:00 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2012 19:01
Sbloccati i fondi Ue per la ricostruzione in Emilia, Veneto e Lombardia (Foto Lapresse)

ROMA – Dall’Unione Europea arriveranno 670 milioni per le popolazioni dell’Emilia Romagna, del Veneto e della Lombardia colpite dal terremoto del 20 maggio scorso. 

La Commissione europea ha infatti accolto la richiesta di “aiuti” attraverso il Fondo di solidarietà. I fondi sbloccati dalla Commissione serviranno a garantire la ricostruzione immediata delle scuole e degli ospedali e altri interventi sul sistema idraulico, idrico, elettrico, fognario e stradale.

Parte dei soldi è destinata alle spese di soccorso e assistenza, a quelle per gli alloggi alternativi delle famiglie che hanno perso la prima casa e alla messa in sicurezza del patrimonio culturale. 

In una nota diffusa dal governo è scritto che la Convenzione firmata a Bruxelles che permette l’erogazione dei fondi “è il risultato dell’intenso lavoro svolto dal Presidente del Consiglio, in accordo con il Ministro per gli Affari europei” per assicurare l’arrivo dei fondi ed evitare il blocco “dovuto ai negoziati sulla rettifica del bilancio europeo per il 2012”.