Luce e gas, dal 1 luglio 2019 scatta il mercato libero: cosa c’è da sapere

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 luglio 2018 10:44 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2018 10:44
mercato libero

Luce e gas, dal 1 luglio 2019 scatta il mercato libero: cosa c’è da sapere

ROMA – Dal 1 luglio 2019 il mercato libero diventerà non solo una realtà, ma un obbligo per tutti. Pare però che una importante fetta della popolazione italiana [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] non sia particolarmente informata su questo argomento. Al punto che, secondo le rilevazioni di settore, addirittura il 30% degli italiani ignora questo fatto. Naturalmente è il caso di informarsi e di tenersi informati, viste le grandi opportunità concesse da questa svolta di fatto epocale.

Dal 1 luglio del prossimo anno, infatti, il mercato a tariffa tutelata cesserà di esistere e questo provocherà molti cambiamenti in termini di bollette luce e gas. Fra le altre cose, le statistiche dicono che gli italiani sono poco informati anche sui propri consumi e sui costi delle tariffe: di riflesso, ignorano le ghiotte opportunità date dai fornitori alternativi.

Cos’è il mercato libero e quali sono le scadenze ufficiali?

Per prima cosa, bisogna partire da una definizione semplice e comprensibile di mercato libero. In pratica, si tratta di un mercato che verrà svincolato dai prezzi finora imposti dall’Autorità per l’Energia: ovvero svaniranno gli obblighi per gli operatori di fornire un prezzo standard ai propri clienti. In sintesi, all’interno del mercato libero ogni fornitore sarà padrone del proprio prezzario: un vantaggio che permetterà a molti operatori di emergere con prezzi altamente concorrenziali, naturalmente a beneficio del cliente finale. Come detto, il 1 luglio 2019 il mercato libero rimpiazzerà definitivamente quello tutelato: dalla suddetta data, tutte le famiglie avranno l’obbligo di passare ad un fornitore al di fuori del regime di tutela. Si tratta dell’unica scadenza presente: chi desidera può infatti fare il passaggio sin da ora, così da evitare di ridursi all’ultimo giorno utile.

Mercato libero: opportunità di risparmio e cautele

Come già anticipato, il mercato libero consente di risparmiare parecchio sulle voci di costo registrate nelle bollette energetiche. Inoltre, i fornitori operanti nel libero mercato spesso permettono al consumatore di personalizzare l’offerta proposta, così da andare incontro alle sue esigenze. In altre parole, il cliente ha l’opportunità di co-creare il proprio pacchetto sfruttando le diverse opzioni a sua disposizione. Per facilitarlo nella scelta, diversi operatori offrono inoltre la possibilità di fare un confronto tra le tariffe della luce proposte, così da trovare sin da subito le offerte più interessanti.

Tuttavia, è sempre bene muoversi con cautela, ossia studiare con attenzione tutti gli elementi per fare una scelta che sia realmente conveniente. A tal proposito, il consiglio è di informarsi compiutamente sui contratti: serve per non farsi prendere in giro da eventuali sconti d’ingresso poi vanificati da tariffe o clausole sconvenienti. Altri elementi da tenere in considerazione sono lo studio della clausola di recesso anticipato, la durata del contratto e naturalmente l’entità effettiva dello sconto. Tutti metodi buoni per evitare le truffe.