Ces Las Vegas: cinture intelligenti, tv e forni smart, droni e bracciali hi tech

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Gennaio 2015 14:28 | Ultimo aggiornamento: 6 Gennaio 2015 14:28

ROMA – Cinture intelligenti che si allargano da sole quando mangiamo troppo e la pancia cresce. Forno e tv smart, che puoi controllare con una app dal tuo telefonino, magari anche quando sei fuori casa. E ancora droni, mini computer, cuffie hi tech e bracciali che misurano il grasso corporeo. Il meglio della tecnologia e le novità sono state presentate al Ces, Consumer Electronics Show, che si tiene a Las Vegas dal 6 al 9 gennaio.

Bruno Ruffilli su La Stampa scrive:

“Gli schermi sono sempre più grandi, ultrasottili, spesso curvi. In qualche caso, come da LG, addirittura flessibili, da piatti diventano curvi al tocco di un tasto. Molta enfasi sulla tecnologia Oled, e a ragione: i colori sono più definiti, il contrasto migliora, il nero è totale, perché non è ottenuto schermando la luce dietro il display, come col normale led, ma accendendo e spegnendo ogni singolo pixel. Anche qui, listini in calo, ma forse è meglio aspettare un anno o due prima di lanciarsi nell’acquisto.

Tutte le tv sono intelligenti, con processori e sistemi operativi degni di veri computer, si connettono a internet e dialogano con smartphone e tablet. Samsung va oltre: grazie a un accordo con Sony, i nuovi apparecchi si connettono a Playstation Now e permettono di giocare in streaming, facendo a meno della console. Arriveranno entro l’anno, ma per funzionare servirà una connessione veloce: in Italia avranno vita difficile”.

Negli oggetti hi tech poi non mancano i sensori, dalle piante ai biberon:

“Ma pure nel bollitore elettrico per il tè e nella cintura intelligente (si chiama Belty) che si allarga da sola dopo un pranzo impegnativo e ovviamente si collega allo smartphone via bluetooth per comunicare i dati relativi all’attività fisica di chi la indossa. Bluetooth è anche il termometro, un cerotto che si appoggia alla fronte: sarà un’app sul telefonino a dire se abbiamo la febbre o no”.

Non mancano al Ces droni e stampanti 3D:

“C’è Zano, un minidrone nato su Kickstarter, in grado di volare seguendo lo smartphone di chi lo comanda per realizzare selfie e riprese di attività sportive da prospettive insolite. Di droni è piena la fiera di Las Vegas: nessuno ha capito ancora bene a cosa servano, ma intanto il mercato cresce, e parecchi ne hanno trovato uno sotto l’albero di Natale. Come regalo, una stampante 3D sarà stata certo meno comune, ma gli analisti prevedono che quest’anno il mercato passerà a oltre 170 milioni di dollari, dai 76 milioni del 2014. I prezzi scendono, le stampanti 3D hanno dimensioni più contenute e sono abbastanza facili da usare”.

E’ soprattutto la casa a diventare smart:

“errature, lampadine, termostati, letti, lavatrici, frigoriferi e impianti stereo possono essere controllati attraverso una app su smartphone o tablet. Per aprire la porta non servono più le chiavi, basta un codice o un’impronta digitale. La lotta è soprattutto tra Apple e Google, con le rispettive piattaforme. La Mela è come sempre assente da Las Vegas, ma sono numerosi gli apparecchi pensati per dialogare con Home Kit e col sistema operativo Android. Così ad esempio il rilevatore di incendi di Nest, può comunicare con le lampadine Philips Hue e in caso di incendio dare l’allarme con segnali luminosi”.

E non manca un occhio di riguardo alla salute e all’hi tech da indossare:

“Alcuni accessori, come quelli dell’italiana Qardio, hanno la precisione dei dispositivi medici, altri servono solo per incitare a muoversi di più, ma sempre più spesso sono belli, perché la tecnologia da indossare deve diventare moda per poter sfondare”.