Hamas a Israele: “Pronti a combattere per mesi”. Gaza in fiamme, le foto

di redazione Blitz
Pubblicato il 11 Luglio 2014 9:11 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2014 1:00

GAZA – ”Hamas è pronto a combattere per mesi”: è l’avvertimento a Israele lanciato da Mahmud a-Zahar, dirigente di Hamas, in un’intervista telefonica ad una emittente di Gaza. Un cessate il fuoco, ha aggiunto, dovrà rispettare le condizioni di Hamas come la rimozione del blocco di Gaza e la liberazione dei detenuti arrestati il mese scorso.

”Stiamo scrivendo una nuova pagina, e il nemico dovrà sottoscriverla”, ha detto il dirigente di Hamas. Intanto continuano i raid israeliani a Gaza, sono oltre un centinaio le vittime civili accertate in pochi giorni. Da parte sua, Hamas continua a lanciare missili in direzione di Israele, anche verso le grandi città, Gerusalemme e Tel Aviv.

Lo scudo antimissile israeliano (chiamato Iron Dome, ovvero cupola di ferro) riesce però a bloccare il 90% di questi missili impedendo vittime civili tra gli israeliani. Continua la fuga di palestinesi verso il confine egiziano, la popolazione è stremata dai bombardamenti.

Nella notte tra venerdì e sabato i raid aerei israeliani su Gaza hanno fatto 3 morti a Jabaliya, nel nord della Striscia, e altri 2 a Deir el Balah, a sud. Questi attacchi, nel quinto giorno della campagna israeliana per mettere fine al lancio di razzi da Gaza, portano a 110 il numero dei palestinesi uccisi.

“Sospendete i voli internazionali”. Un ‘avvertimento’ alle linee aeree straniere di sospendere i voli per Tel Aviv è stato lanciato dal braccio armato di Hamas, che venerdì mattina ha indirizzato almeno quattro razzi – intercettati dalle batterie difensive israeliane – verso l’aeroporto internazionale Ben Gurion.

(Foto Lapresse)